giovedì 28 maggio 2009

Between the Lines - by Pair Force One

Finalmente un nuovo video del duo tedesco Pair Force One, che ci aveva già lasciato a bocca aperta l'anno scorso per la qualità di Forced Flow con Cosmic TC, e che adesso ci propone nuove esaltanhti riprese, paesaggi fatastici e tricks mozzafiato col TNT di Alphakite.



Sono 224 mb per 11 minuti di filmato, ma vale veramente la pena scaricarlo!

Saluti.
Dave

venerdì 22 maggio 2009

Palermo by Night

Anche la città offre i suoi spazi per volare e la notte poi crea un'atmosfera unica e surreale... Dopo Milano, Colonia e Venezia, ho voluto girare anche io il mio video di street kiting in notturna. E' stata veramente un'esperienza faticosa ma bellissima, spero che il video renda l'idea.



YouTube: http://www.youtube.com/watch?v=_1Us5jIC1WU
File in 16:9 e HD: http://rapidshare.de/files/47309002/Palermo_by_Night.mpg.html

Durata: 5,08 min.
Dimenzioni: 217 mb.

Saluti.
Dave

domenica 10 maggio 2009

Aquiloni a San Vito Lo Capo

Oggi, in avanscoperta, insieme ad altri amici di StuntKite Palermo, sono stato a San Vito Lo Capo a testare la spiaggia e far qualche ripresa per un servizio per il programma LineaBlu. Lì abbiamo trovato ad accoglierci gli amici di Arte e Vento con le loro fantastiche opere volanti. E' stata una giornata veramente carina! Un cielo stupendo e San Vito ci ha accolto con la sua spiaggia di sabbia bianca e l'acqua cristallina del suo mare. Inizialmente il vento si è fatto un pò desiderare, ma per fortuna, nella tarda mattinata, la brezza da mare si è alzata regalandoci una piacevolissima giornata di volo! Tenevo a mostrare un piccolissimo video e alcune foto della giornata:)

La spiaggia di San Vito e Monte Cofano.


Dave e Antonio all'opera mentre Ada fa da valletta!


Ghost e Revolution in pair...


Il servizio di LineaBlu.


Si comincia a volare...


Aquiloni nel cielo di San Vito.


Il meritato ristoro dei nostri eroi dopo un lungo viaggio e tante ore di volo! (Da sx: Maria Luisa, Dave, Antonio, Ada e Davide)


Gli amici di Arte e Vento di hanno definito gli "All Blacks"!


Un piccolo video girato da Maria Luisa durante le riprese di LineaBlu.

video

Le foto le trovate anche nel nostro album di Picasa in alta risoluzione. Ci vediamo a fine maggio per il primo festival internazionale dell'aquilone che si svolgerà su questa magnifica spiaggia!

Saluti.
Dave

venerdì 8 maggio 2009

Recensione: Cosmic TC XS












Fra tantissimi aquiloni da tricks che ho provato in questo periodo alla fine la scelta è ricaduta sul cosmic tc xs. Inizialmente mi aveva convinto poco per via della sua estrema reattività difficile da controllare, ma poi, con una prova più approfondita ed il vento giusto, mi sono dovuto ricredere e tornare sui miei passi.

Premetto che a parte cervia ci ho volato solo oggi, ma la fortuna è stata che oggi c'era una bella termica di 6/9 kmh che poi è aumentata fino a 12/16, e questo mi ha permesso di valutarne a pieno lo potenzialità.

Prima di tutto vorrei scrivere due righe sulla parte strutturale che io trovo veramente interessante. La steccatura è quella da standard, praticamente molto simile a quella del fratello maggiore: Longheroni structil 6mm, spina avia g-force std, traversa alta structil 5mm e la traversa bassa è black diamond nitro della skyshark. Quest'ultima stecca mi ha veramente colpito per la rigidità, leggerezza e rifiniture che la rendono completamente liscia e questo evita di logorare cavi e briglia. Questa steccatura è combinata con il tessuto velico del ghost, più leggero e meno deformabile dell'icarex, e questo rende l'aquilone molto reattivo ma con un range di vento veramente ampio che parte da 5/6 kmh e arriva tranquillamente oltre i 30. Con 16kmh oggi non lo sentivo, il pull è veramente bassissimo.
In coda ci sono 14gr, inizialmente pensavo di ridurli a 7, ma poi ho visto che basta giocare di polso, e non di braccia, come per i grandi polivalenti, e l'aquilone si comporta egregiamente.
Per la prima volta nella mia vita però ho apportato una modifica ad un aquilone: Gli ho tolto gli yoyo stopper di serie, che non gli rendono giustizia e spesso fanno scappare in cavo durante le rotazioni piatte come lo yoyo 540, e gli ho montato i roll bar con stecche in fibra di vetro da 3mm (idea che mi è venuta guardando il nfx extend di roger tessa gambassi).

Ora vedrò di elencare le caratteristiche in volo:

- Precisione: Non è un Mirò e neanche un NSE, però devo dire che per essere un aquilone da tricks le linee vengono abbastanza pulite e gli angoli ben delineati (ovviamente non da gara) e questo rende cmq il volo piacevole e fluido per il pilota. Tende invece a sculettare in uscita da tricks che lo sventano molto come la slot o la taz, ma basta tendere bene i cavi in uscita ed il problema è risolto.

- Back flight: Fade un pò meno stabile del classico cosmic, è più complicato stabilizzarlo perchè l'aquilone tende sempre a uscire in lateral roll, ma con un pò di sensibilità si riesce a bloccarlo in fade e lasciarcelo per ore... Il backflip invece è quello classico da cosmic, profondo e stabile ed anchè il lifter viene abbastanza agevolmente.

- Backspin e lazy susan: Tutte le rotazioni sono velocissime ed hanno bisogno di una buona mano (ed occhio) per essere gestite, altrimenti con un colpo gli fate fare 2 giri! Il backspin, una volta preso il ritmo, fa sembrare l'aquilone un frullatore!!! Gira ad una velocità incredibile e la cosa bella è che si può accellerare o decellerare a piacimento! Il backspin cascade è molto facile e volece e la struttur rigida perdona veramente tanto, l'ho provato anche multiplo e, col fatto che è possibile regolare la velocità di rotazione, è altrettanto semplice. Lazy susan, rolling susan, multylazy, kombo e flap jack, sono identici a quelli del ctc classico come metodo di esecuzione, solo molto più veloci e anche fluidi. E' molto più facile fare un giro e mezzo di lazy ed uscire in fade, basta solo sviluppare la giusta mano per regolare il ribaltamento.

- Yoyo: Questo aquilone è una macchina da yoyo! Se non vi piace farli allora non lo guardate neanche, perchè questo è il vero piacere del suo volo! A cervia, davanti tullo, ne ho fatti 8 ma non sono riuscito a tirarlo fuori, ma ora con i rollbar è tutto ancora più facile e oggi ho chiuso il decollage yoyo con doppio giro, 6 yoyo e uscita in fade, 540 yoyo, axel yoyo e half axel yoyo anche con 2/3 giri caricati, ed il tutto con estrema facilità a muovendomi pochissimo, uno spettacolo!!!

- Orso e wap doo wap: L'orso è quasi imbarazzante per quanto è facile con un vento costante, potete farne mille giri e lui rimane sempre fermo a 3/4 mentri dal suolo a galleggiare senza tendere a scendere o salire. Potete partire anche dal mezzo flap jack e lui salirà fino a stabilizzarsi alla quota sopracitata. Il grizzly oggi non mi è riuscito, mi dava qualche problema di ribaltamento, ma probabilmente avevo troppa fretta di chiuderlo, su questo vi farò sapere... Anche il wap doo wap è molto bello e veloce, un pò più complicato del ctc classico perchè ruota molto velocemente in yoyo e quindi è difficile beccare il momento giusto per innescare la rotazione, ma se parte non avrete problemi a farci un giro e ribaltarlo in fade o uno e mezzo ed uscire col naso in su.

- 540, slot machine, taz machine: Il 540 è veramente bello, ruota molto piatto e veloce e non è difficile chiuderlo col naso che punta perfettamente in sù. Un pò più difficile è innescarlo, praticamente bisogna dimenticarsi come si fa con gli altri acro, che ci si corre incontro per fargli assumere la posizione di pancake sbilanciato col naso in sù, e farlo da fermo, altrimenti il naso sale troppo e si rischia di prendere il cavo col tip. Nelle slot ho avuto qualche difficoltà rispetto al ctc classico, che le fa molto lente e fluide con movimenti delle braccia molto lunghi. Il ctc xs vuole movimenti fatti con le dira altrimenti ruota troppo e vi ritroverete con l'aquilone che punta verso l'alto e questo crea problemi se si vogliono fare multy slot o slot + half axel. Dopo lo yoyo la taz machine è il tricks più bello che fa quest'aquilone... Si posiziona praticamente da solo e la rotazione è piattissima e veloce. Uno spettacolo sia a farla che a guardarla, veramente una rotazione perfetta e di facile esecuzione.

- Half axel, cascade, cometa: Half axel richiede movimenti molto dolci altrimenti nel pancake il naso sale troppo ed è difficile riprenderlo. Il problema si presenta maggiormente con vento leggero, mentre con una dozzina di kmh non c'è bisogno di alcun accorgimento particolare. Stessa regola vale per il cascade dove non bisogna lasciarsi trasportare dalla velocità di esecuzione dell'acro ma continuare a compiere movimenti dolci e costanti. La cometa ha un ritmo di esecuzione frenetico che richiede un pò di mano per capirne il ritmo, ma il risultato sono rotazioni discendenti fluide e veloci, come una vera cometa che tende a schiantarsi al suolo.Ho provato anche il cascade comete e devo dire che mi è sempre venuto con vento sopra i 10/12kmh, con vento leggero avevo molti più problemi che col ctc classico perchè non riuscivo a bloccare la rotazione e quindi perdevo il ritmo.

- Vari: Ho provato anche un'infinità di yo-fade che sono veramente facili da eseguire rispetto al ctc classico. Il rolling cascade non richiede accorgimenti particolari ed è molto fluido nell'esecuzione. Ho chiuso anche un crazy copter che per me è uno dei tricks che più odio perchè non riesco a farlo!!! Il flic flac è impossibile...

In conclusione è un aquilone estremo per piloti "new school" che richiedono tricks estremi, veloci e precisi e hanno una predisposizione alle combo. Richiede una mano esperta per riuscire a gestirne la velocità e governarlo, ma trasmette sensazioni uniche. L'unico consiglio, per apprezzarlo al 100%, è quello di far sparire gli yoyo stopper di serie subito e sostituirli con giunti apa o, ancora meglio, con dei roll bar. Presto un video a dare veridicità alla mia recensione!

Spero di non avervi annoiato:)

Saluti.
Dave

P.s. Oggi l'ho provato per quasi 4 ore e cavi da 30m.

martedì 5 maggio 2009

CerviaCup 2009



Si è svolto anche quest'anno la seconda gara ufficiale STACK valida per il campionato italiano di aquilonismo acrobatico 2 e 4 cavi, e lo scenario che ha ospitato la gara è stata la splendida spiaggia di Cervia e lo splendido festival organizzato da Arte e Vento. Le gare sono state tutte emozionanti e ricchissime di spettacolo, i miei complementi al podio della categoria "Master" che vede al terzo posto Samuel Roger dalla Francia, al secondo posto Paolo Terra e al primo posto Laura Mastromauro. Tutti e 3 hanno saputo dare delle emozioni grandissime con il loro volo e solo questo è bastato a ripagarci del lungo viaggio che abbiamo fatto io e Davide Di Franco per partecipare all'evento come rappresentandi di StuntKite Palermo.
Questa è stata anche la mia prima gara che mi ha lasciato un pò l'amaro in bocca con un secondo posto nella categoria Novice a solo 2 centisimi dal primo, dovuto ad un mio errore dettato dall'emozione. Peccato, ma almeno mi sono aggiundicato il passaggio di categoria ad Experience.
Non basterebbero 100 post per ringraziare tutti gli amici che hanno reso unico ed indimenticabile questo evento, quindi mi limito ad un GRAZIE generale a tutti colorono che danno vita e fanno grande l'aquilonismo in Italia.

Vi segnalo questa galleria fotografica di Dani1970 in modo che possiate farmi un'idea del festival: http://picasaweb.google.com/danielemiliano1970/Cervia2009?authkey=Gv1sRgCKG29Ku9mbOZ0AE&feat=directlink

Questo è un piccolo video della manifestazione prodotto dai proprietari dell'albergo Andreucci che ci ha ospitato, spero vi piaccia. Grazie anche a voi per l'ospitalità:)



Saluti.
Dave